Matteo Setti

#permecinzia perché è una persona seria e affezionata alla città

Matteo SettiEtà: 35 anni
Professione: consulente per internazionalizzazione d’impresa

“La situazione che viviamo richiede una nuova mentalità e nuove idee per favorire il rilancio della città, migliorare la vita dei suoi cittadini e mettere le imprese nelle migliori condizioni di operare sul mercato globale. Bisogna saper cambiare, con coraggio e tocca ai cittadini a decidere e svegliare la città dall’anestesia di certa politica degli ultimi anni”.

La città
La prima cosa da fare: cercare un modo per fermare lo scempio del Park Vittoria
Di Reggio Emilia amo la dimensione a misura d’uomo
Del passato dobbiamo difendere la reggianità, intesa come insieme di tradizioni culturali, sociali e anche culinarie
Per il futuro serve coraggio

La politica

Mi candido perché sono stufo di rimanere passivo davanti a tutte le situazioni di disagio che vedo in città e che rimangono inascoltate

Le passioni
Hobby: famiglia, viaggiare,  il calcio
Libro: “Il codice Da Vinci” di Dan Brown
Film: “Il marchese Del Grillo”
Canzone: “Since I don’t have you” dei Guns and Roses
Un pregio: altruista
Un difetto: goloso