Enrico Degl’Incerti Tocci

#permecinzia perché sa ascoltare la gente

Immagine 22Età: 72
Professione: imprenditore

“Pur registrando da diversi anni uno straordinario incremento di residenti, Reggio Emilia pare scarsamente frequentata durante il giorno, e diventa “non luogo” già al calar della sera, dando una sensazione di abbandono e di pericolosità. Mancano luoghi di frequentazione e di aggregazione che invitino i cittadini a frequentare il centro storico, con grave danno per le attività produttive e i fornitori di servizi, oltre a generare conseguenze negative su tutta l’economia della città. L’assoluta priorità è che i reggiani si riapproprino della loro Reggio, rendendo più agevole l’accesso e la sosta nel centro storico e contribuendo, con idonee facilitazioni, a potenziare le strutture commerciali esistenti e, d’intesa con l’imprenditoria privata, a crearne di nuove, snellendo le elefantiache procedure burocratiche attuali ed eliminando gli odiosi balzelli che deprimono ulteriormente ogni iniziativa”

La città
La prima cosa da fare: riempirla di residenti
Di Reggio Emilia amo la morigerata concretezza
Del passato dobbiamo difendere le nostre tradizioni di laboriosità e di intraprendenza imprenditoriale
Per il futuro dobbiamo riprendere in mano il destino della nostra città

La politica

Mi candido perché condivido il programma della lista civica, e spero di essere utile alla causa

Le passioni
Hobby: collezionismo (arte contemporanea) ed escursionismo
Canzone: “Senza fine” di Gino Paoli e musica sinfonica
Libro: dialoghi di Platone
Un pregio: tenacia e anticonformismo
Un difetto: non dare mai nulla per scontato